HOME
VIDEO
ABOUT
ARCHIVIO
CONTATTI

Il Volto che Cambia

 

La mostra si sviluppa attorno ad una tipologia tradizionale che si riferisce alla testa rappresentata nell’ambito della scultura ceramica. “Il Volto che cambia” coinvolge la lettura di artisti contemporanei nell’interpretazione di un tema classico che l’arte della ceramica ha saputo cogliere e modellare sin dalle più antiche testimonianze plastiche.

La multimedialità entra in gioco nelle opere di undici artisti internazionali che attraverso linguaggi diversi, che spaziano dalla scultura in ceramica alla video arte, hanno saputo ricontestualizzare la fisiognomica nella cultura odierna e continuare a tramandare l’arcano desiderio dell’uomo di rappresentare se stesso nell’inafferrabile e sfuggente espressività del volto.

Accanto alle opere contemporanee vengono presentati pezzi inediti provenienti dalla ricchissima Civica Raccolta di Terraglia conservata al MIDeC e dalla Collezione privata Brugnoni. Il punto di vista locale si relaziona con l’internazionalità delle opere contemporanee facendo emergere nei ritratti delle opere storiche, eccezionalmente visibili in questa occasione, una traccia della storia di Laveno e del suo forte legame con la ceramica. 

 

IL VOLTO CHE CAMBIA 
Percorso di visita

 

1. Andrea Salvatori
Testone, 2016, semi-refrattario smaltato, ceramica

2. Angelo Biancini
La Fede, 1937 stampo in gesso per colaggio. Civica Raccolta di Terraglia, MIDeC, Laveno

3. Christian Gonzenbach
Unveil, 2016, porcellana fine. Courtesy Ribot  Arte Contemporanea, Milano

4. Sabine Delafon 
Ex, 1987 – 2017, videoinstallazione

5. Angelo Biancini 
Carmensita – Testa di Fanciulla (cat. SCI 1502), 1937, terraglia forte con vetrina, Collezione Privata Enrico Brugnoni

6. T-yong Chung 
Joo Kim, 2017, cera

7. T-yong Chung 
Lavinia, 2017, gesso. Courtesy Ottozoo, Milano

8a. Angelo Biancini,
Piccola Lavenese ( cat. SCI 1525), 1937 terraglia forte smaltata, colore verde cristallizzato, Collezione Privata Enrico Brugnoni

8b. Angelo Biancini 
Maria Grazia, 1937, terraglia forte smaltata, colore verde mat,  Collezione Privata Enrico Brugnoni

9. Riccardo Rossi 
Testa di Fanciullo, 1950 circa, terraglia forte smaltata prodotta da Ceramiche DEAM, Civica Raccolta di Terraglia, MIDeC, Laveno

10. Riccardo Rossi 
Testa di Fanciulla, 1950 circa, terraglia forte smaltata prodotta da Ceramiche DEAM, Civica Raccolta di Terraglia, MIDeC, Laveno

11. Concetta Modica
Quel che resta di uno sguardo, 2017, gesso, ceramica. Courtesy Fpac, Milano

12. Saraï Delfendahl
Untitled, 2016, ceramica. Courtesy Galleria Lanteri, Milano

13. Yusuké Y. Offhause
Untitled (Traveler's Trees) No. 1, 2015, ceramica

14. Yusuké Y. Offhause
Untitled (Traveler's Trees) No. 5, 2015, ceramica

15. Lucia Veronesi
Paesaggio senza titolo #10 (a forma di materia), 2015, video hd, colori e b/n, 1' 11'', muto

16. Katja Noppes
“Un cane libero si sente meglio di un cane al guinzaglio” (detto Irlandese), 2007 argilla bianca, refrattaria nera, rossa, cotta e cruda

17. Lorenza Boisi
Artist studio 1, 2014, ceramica. Courtesy Ribot  Arte Contemporanea, Milano

18. Debora Hirsch
Limite, 2011, video hd 7’14’’



TAG

Museo Internazionale Design Ceramico