HOME
VIDEO
MISSION
ASSOCIARSI
CONTATTI

Marjolijn De Wit

La ricerca di Marjolijn De Wit si indirizza verso una commistione di spunti mediali che spaziano dalla pittura al collage alla cultura digitale, fino alla ceramica, individuando un terreno artistico da esplorare attraverso nuovi percorsi. L’estetica del frammento o del residuo agisce nei termini di installazioni scultoree che si innestano su repertori di immagini raccolti da archivi digitali, indagando il concetto di manufatto in netto contrasto con lo spontaneismo naturale. La residualità, frutto dell'interruzione di un processo di fruizione estetica, è ottenuta frapponendo elementi materiali a incontaminati paesaggi di natura. La combinazione tra immagine bidimensionale ed elementi tridimensionali, spesso sculture realizzate dall’artista, altre volte oggetti trovati, costituisce la sintesi di un linguaggio contemporaneo innovativo che approfondisce le relazioni tra natura e cultura.
Vive e lavora ad Amsterdam. 

www.marjolijndewit.nl



TAG

Antiquarium Alda Levi, Milano